Imprese digitali: il ruolo della comunicazione visiva

un estratto da una nostra infografica mostra i dati spigati sopra

Le imprese digitali operano in un mondo caratterizzato da un grande tasso di innovazione. Le soluzioni che portano sul mercato sono in progressivo cambiamento che spesso si manifesta sotto forma di nuove release o come feature che aggiungono nuovo valore al cliente.

Il contesto delle imprese digitali

Ovviamente la tecnologia in evoluzione è il principale fattore di questa dinamica. C’è in tutto questo una grande opportunità, ma anche un rischio ben evidente. Se il contesto competitivo aiuta a sviluppare nuovo valore e ad espandere il mercato, diventa d’altra parte difficile gestire la comunicazione. Come tradurre in un messaggio chiaro dei contenuti così poco concreti? Quali strumenti sono a nostra disposizione per questo compito?

Pensiamo a una startup digitale che deve presentarsi a investitori. Oppure a una società consolidata che sviluppa un nuovo prodotto fintech. O consideriamo un’impresa che si occupa di realtà aumentata o virtuale attraverso tecnologie immersive. Questi e tanti altri casi di iniziativa digitale è caratterizzato da un grado basso di consapevolezza e preparazione dei clienti.

La comunicazione

Il focus sulla spiegazione del servizio o del prodotto è fondamentale. Ancor prima di evidenziare il valore aggiunto delle diverse feature del prodotto, si tratta di spiegare l’intera idea, se non addirittura la tecnologia che ne sta alla base. Spiegare qualcosa di così astratto in un contesto così poco conosciuto è davvero una sfida. Il Design Thinking e altre discipline raccontano come rendere comprensibile un prodotto passi anche attraverso la tangibilità. Nel mondo digitale essa si manifesta sotto forma di visualizzazione.

Il linguaggio grafico e illustrativo consente di spiegare un concetto in maniera più efficace di quello testuale. Almeno nelle condizioni in cui si presenta il mercato del digitale. Permette di superare limiti di linguaggio, rende raccontabile un prodotto attivando lo storytelling, consente di aggiungere uno strato emozionale al proprio messaggio aumentando l’engagement.

Come raccontiamo in questo post, le persone ricordano l’80% di quello che vedono, il 20% di quello che leggono e il 10% (sic) di quello che ascoltano.

Sempre più si ricorre a video infografiche, a infografiche statiche, a gif e cinemagraph e a tanti altri strumenti di comunicazione fondati su visual e illustrazione per veicolare prodotti digitali. Linfografico si è trovato spesso davanti a sfide di comunicazione lanciate da aziende che operano nel digital. Ve le abbiamo raccontate in questi post.

Ogni volta abbiamo utilizzato tool e stili diversi partendo dall’identità e dagli obiettivi del cliente o dell’agenzia con cui abbiamo collaborato. Ogni volta è stato il punto di vista del destinatario a guidarci nell’individuazione del concept. L’imperativo è chiaro: tradurre il senso di una proposta digitale, astratta e lontana dalla sensibilità di chi ascolta il nostro messaggio, in qualcosa di concreto, semplice e immediato.